Covid19, le nuove regole da gennaio 2023

Pubblicato il 10 gennaio 2023 • Emergenza COVID-19

Il Ministero della Salute, con la Circolare 31 dicembre 2022 (in allegato) ha aggiornato le modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di ipotesi di COVID-19.

Casi confermati
Chi è risultato positivo a un test diagnostico molecolare ovvero antigenico per SARS-CoV-2, viene sottoposto alla misura dell’isolamento, con le modalità riportate dalla Circolare del 31 dicembre 2022:

  • Per i casi che sono sempre stati asintomatici e per coloro che non presentano sintomi da almeno 2 giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni decorrenti dal primo test positivo ovvero dalla comparsa dei sintomi, a prescindere dall’effettuazione del test antigenico o molecolare;

  • Per i casi che sono risultati asintomatici l’isolamento potrà terminare anche prima dei 5 giorni se un test antigenico o molecolare effettuato presso struttura sanitaria/farmacia risulti negativo;

  • Per le ipotesi di soggetti immunodepressi, l’isolamento potrà terminare dopo un periodo minimo di 5 giorni, tuttavia sempre a seguito di un test antigenico o molecolare con risultato negativo.

  • Per gli operatori sanitari, ove asintomatici da almeno 2 giorni, l’isolamento può essere ultimato non appena un test antigenico o molecolare fornisca esito negativo.

Contatti stretti
A coloro che hanno avuto contatti stretti con individui confermati positivi al SARS-CoV-2 viene applicato il regime dell’autosorveglianza, durante il quale è fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso ovvero in presenza di assembramenti, fino a 5 giorni successivi alla data dell’ultimo contatto stretto.

Ove durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, viene raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2.

Gli operatori sanitari devono eseguire un test antigenico o molecolare su base quotidiana fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un caso confermato come positivo.

Ricordiamo che  durante la quarantena i  rifiuti vanno esposti non differenziati ed inseriti in un doppio sacchetto rosso (ecuosacco) con all’interno sia carta che umido che plastica che vetro. Di conseguenza l’unica raccolta rifiuti a cui è possibile partecipare è quella del lunedì mattina per l’ordinario giro del ritiro del sacchetto rosso. Alternativa possibile è attendere la fine della quarantena per esporre i rifiuti differenziati in maniera ordinaria (non sempre pratico).

Se si decide di esporre i rifiuti il doppio sacchetto verrà ritirato senza alcuna sanzione. Se non  è possibile avere il supporto di amici o parenti che possono  esporre i rifiuti in strada e si risiede in un condominio o cortile, si può scrivere a sindaco@comune.trezzanorosa.mi.it per verificare la possibilità di un supporto di volontari.  

Chi abita in un cortile o condominio deve avvisare il suo amministratore per attivare pulizie/igienizzazioni nei luoghi comuni del condominio.

 

Circolare Ministero della Salute 31.12.2022
Allegato formato pdf
Scarica